www.caibolzaneto.net CAI - GE BOLZANETO: Articoli e pubblicazioni






seguici su facebook


 

 





Home >> Articoli dei soci >> Recupero antichi sentieri


GLI ARTICOLI DEI SOCI

Recupero antichi sentieri
di Piero Bordo


Articolo pubblicato nel dicembre 2005 sul bimestrale della Val Polcevera "Qui e non solo dintorni" col titolo "Cai a Ceranesi per un nuovo recupero

Il CAI Bolzaneto ha preso in affido dal Comune di Ceranesi il Sentiero Natura Pian Lupino.

L'itinerario inizia a quota 580 sotto le pendici occidentali del M. Pesucco (il famoso Monte Procavo citato dalla Tavola Bronzea di Polcevera) di fronte al parcheggio appositamente costruito dal Comune di Ceranesi, a lato della SP 4 dei Piani di Praglia, un chilometro circa dopo la Caffarella.

Il Sentiero, dopo un primo tratto in piano nel bosco misto, raggiunge con leggera salita il rio Taggëu, che guada. Poi con pendenza più accentuata prosegue nel castagneto delle Meugge dove sono presenti anche begli esemplari di quercia, ciliegio, faggio e agrifoglio. Dopo sei tornanti fuoriesce dal bosco in prossimità del Belvedere del Bricchin de Nesugge 756 m, in vicinanza della casella (Assustu). L’ultima parte del percorso attraversa solari praterie, disseminate di profumatissima granella (Daphne cneorum), punteggiate dall’erica ed ombreggiate da radi pini, poi boschetti di noccioli e querce abbelliti in primavera dalle splendide fioriture dell’orniello e del sorbo montano. Dopo un’ora di cammino si arriva al crinale principale dello spartiacque ligustico-padano a quota 825, in prossimità delle località Perduin e Prou René. L'itinerario si collega così col Sentiero naturalistico Laghi del Gorzente del CAI Bolzaneto e con l’Alta Via dei Monti Liguri seguendo la quale in direzione levante si arriva in poco tempo al Termine di quota 841 del Prato del Gatto (mons Lemurinus summus) anch'esso citato dalla Tavola di Polcevera.

Il Sentiero è stato realizzato negli anni 1996-98, nell'ambito di un progetto di educazione ambientale da me coordinato e richiesto dal Comune di Ceranesi per la Scuola della Gaiazza alla Comm. alpinismo giovanile. La splendida e varia fioritura del sottobosco, nella seconda parte dell'inverno e in primavera, mi ha suggerito il caratteristico fiore del logo.

I lavori di ripristino della percorribilità sono iniziati nell'autunno 2003 e da allora hanno garantito la fruizione del Sentiero alle scolaresche che lo hanno individuato come teatro per sviluppare gli insegnamenti sull'ambiente.

Nell'autunno 2005 il Sentiero è stato oggetto di particolari attenzioni da parte della Scuola di montagna "Franco Piana" del CAI Bolzaneto che vi ha effettuato le due uscite di lavoro del 1° Corso di formazione Operatori Sentieri, primo in Liguria. Gli oltre venti volontari hanno: tagliato rami e cespugli che invadevano il percorso; costruito canalette di regimazione acque piovane; apposto la segnaletica orizzontale utilizzando sia la bandierina rosso-bianco-rosso che contiene in nero la sigla del sentiero "PL" nel centro bianco, sia il segnale intermedio rappresentato da una striscia bianca sopra una striscia rossa. Inoltre sono stati sostituiti due pali della segnaletica verticale dotandoli di nuove tabelle, all'inizio del Sentiero ed all'incrocio Fontanelle-Nesugge.

Ė il sesto itinerario in Provincia di Genova che adotta la segnaletica consigliata dal CAI. Gli altri sono: Alta Via dei Monti Liguri (AV); Sentiero internazionale Mar Mediterraneo - Mar Baltico (E1); Alta Via delle Cinque Terre (AV5T); Sentiero Frassati della Liguria (F e F1) e Sentiero naturalistico Laghi del Gorzente (SN).

Il Corso è stato diretto da Pietro Guglieri che si è avvalso della collaborazione di: V. Cian, E. Costa, M. Felicelli, P. Gianotti, G. Isola, G. Valeri e P. Bordo. Nei due incontri in sede si è parlato di: Storia e Leggi della segnaletica; Segnaletica del CAI e di altri; Lavori per manutenere un sentiero; Materiali per segnalare un sentiero e tipi di vernici da usare, Itinerari escursionistici in Italia; Convenzioni CAI - Enti pubblici; Prospetti dei luoghi di posa agli incroci; Scala delle difficoltà escursionistiche; Programma informatico delle reti sentieristiche del CAI. Hanno partecipato al Corso 20 allievi: 12 del CAI Bolzaneto, 5 della Sez. di Chiavari del CAI, due della Sez. di Genova della Giovane Montagna ed uno del CAI Sampierdarena.

Il Comune di Ceranesi ha pubblicato il pieghevole del Sentiero per consentire a tutti di percorrerlo in autonomia. L'opuscolo è in distribuzione gratuita anche presso il CAI Bolzaneto.


pagina aggiornata il 07/01/2006
top

contadores de visitas russian women
contatori per blog

Pagine viste dal 30/01/2013
CAI - Genova Bolzaneto - Via C. Reta 16 R - tel e fax: 010/7406104
PI-CF 93013630103
Per Contattarci
Sito aggiornato da Marco Bisio e Lorenzo Furfaro
Valid HTML 4.01 Transitional

Valid CSS!