CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Bolzaneto
ALPINISMO GIOVANILE



Relazione dell'attività svolta il 19/11/2006 presso la Rocca Maia.

Presenti 14 operatori (Trucco Lisa, Trucco Paolo, Furfaro Davide, Volpe Federico, Tortonesi Alberto, Pizzorno Flavio, Cabella Fabio, Paolini Luciano, Longo Cristina, Furfaro Lorenzo, Pittaluga Ivana, Filippo schiavi, Torre Renata e Larosa Claudio).




Innanzitutto un sentito ringraziamento va alla Comunità Montana, per lo splendido lavoro di pulizia realizzato alla base della Rocca. Un aiuto di questo tipo ci incoraggia nel nostro progetto.

Interventi effettuati:

suddivise le persone presenti in più squadre si è provveduto a:
- fissare 3 soste definitive di calata utili per i prossimi interventi e per il futuro utilizzo come punti di arrivo di alcune vie di salita.
- realizzare una serie di scalini che agevolino la discesa tra la cappelletta e la base Nord Est della rocca (lavoro ancora da concludere)
- pulire e definire un sentiero che dalla cappelletta conduca alla cima della rocca (lavoro da perfezionare)
- pulire il settore individuato per le vie di arrampicata (lavoro da proseguire)


Per il prossimo intervento l'intenzione è quella di procedere nel seguente modo:
- posizionare alcuni anelli di calata sulla cima della rocca
- posizionare le soste per le vie di arrampicata che ieri con Lorenzo abbiamo individuato (almeno 6 vie)
- realizzazione di un corrimano per raggiungere un terrazzino dove sono posizionate alcune soste
- sostituzione degli attuali spit con catene definitive
- avanzamento dei lavori di pulizia in parete
- conclusione del lavoro di realizzazione degli scalini tra la base e la cappelletta
- realizzazione di un terrazzino (e relativo sentiero di accesso) alla base della rocca di almeno un metro di larghezza per agevolare le manovre.

Sperando nel tempo buono, si potrebbe lavorare sabato 2 e domenica 3 dicembre:

sabato dedicato a fissare soste e ferramenta varia sulla rocca. Per fare questo occorrerà noleggiare un trapano idoneo (quello di ieri al 6° foro ci ha abbandonato!) ed acquistare o reperire (penso a quanto riferitomi da Enrico riguardo a Mocci) quanta ferramenta sarà necessaria. Sarei intenzionato, se trovo compagni coraggiosi, a trascorrere la notte in loco ed essere pronto la mattiana dopo a fissare le corde per agevolare l'inizio dei lavori (visto l'accorciarsi delle ore di luce).

Domenica, anticipando magari l'appuntamento alle 8.00, il gruppo dedicato alla manovalanza potrebbe proseguire con i lavori di pulizia, sfruttando a pieno le ore di luce.

N.B. LE VIE NON SONO ANCORA PERCORRIBILI !!!!