www.caibolzaneto.net Il Sentiero Frassati






seguici su facebook


 

 





Home >> Il Sentiero Frassati >> Percorsi di accesso


Una idea del Club Alpino Italiano

CHIUSURA PASSAGGIO A LIVELLO: ACCESSO ALTERNATIVO AL PIANO PEZZOLO

A seguito della chiusura permanente del passaggio a livello di Acquasanta (GE), il percorso di salita del Sentiero Frassati della Liguria è stato interrotto nel primo tratto, quello che per la strada vicinale Pezzolo, che parte dal Santuario di N.S. di Acquasanta 165 m , sale al Piano Pezzolo 242 m per poi dirigersi alla località Gazêu dove si trova il bivio col sentiero diretto alla Punta Martìn 1001 m.
Conseguentemente sono soggetti a tale limitazione anche gli escursionisti diretti a Punta Martìn (itinerario segnato con punto e linea rossi della segnaletica curata dalla FIE) e gli alpinisti diretti alla palestra naturale di arrampicata della Baiarda.

Oggi è possibile arrivare al Piano Pezzolo come segue.

Dal Santuario, 165 m, salire alla Stazione ferroviaria 213 m per la strada pedonale comunale che parte dal lato Est del piazzale a fianco della fonte. Dal piazzale della stazione, imboccare a destra la strada che in piano, dopo aver superato un ponte sul Rio Condotti, si immette nella strada asfaltata che da Acquasanta sale alla Colla di Prà. Salire per questa sino al bivio di quota 243 m (località Briscùggi). Fino a questo punto c’è la segnaletica del Sentiero Frassati. Dal bivio imboccare a sinistra la strada asfaltata che in leggera discesa arriva ad un ulteriore ponte sul Rio Condotti 238 m, poi sale alle Case Pezzolo di mezzo dove incontra altri due bivi a quota 251 m.
Tenere per entrambi la sinistra e proseguendo per la strada che diventa sterrata, scendere in breve al Piano Pezzolo 242 m (15 minuti in più di prima).

Questo è, ad oggi, il primo tratto del Sentiero Frassati della Liguria:
Santuario N.S. di Acquasanta 163 m – Stazione ferroviaria 213 m – Località Briscùggi 243 m – Case Pezzolo di mezzo 251 m – Piano Pezzolo 242 m Gazeu 297 m – ore 0.40



ELENCO ITINERARI PER ARRIVARE ALLA CAVA PRINCIPALE DELLA BAIARDA (430 m)

Oltre che con il Sentiero Frassati della Liguria, è possibile arrivare alla Cava principale della Baiarda con i seguenti itinerari escursionistici:

1 – Da Acquasanta (raggiungibile in: auto, bus privato e di linea, treno).
Da Acquasanta 155 m , territorio del Comune di Mele sito in sponda destra del torrente, salire con l’itinerario contrassegnato da un triangolo rosso al Monte Penello 995 m (nome in genovese del sorbo montano - 3 ore), passando nella parte alta della località Giutte, dal Passo del Veleno e dal Colle Gandolfi 937 m . Dal Colle Gandolfi seguire verso Sud, l’itinerario E1 (collega il Mar Ligure al Mar Baltico) segnalato con bandierina rosso-bianco-rosso e la sigla alfanumerica E1 al centro nella parte bianca, che aggira il M. Penello e conduce all’area pic-nic 933 m , del Monte Fontanabuona (fonte) nei pressi di un Assósto o Baracca de prîa (costruzione che ricorda i Trulli). Se si sceglie di salire in vetta al M. Penello, scendere per il crinale Sud anche utilizzando il sentiero contrassegnato dal rombo rosso. A valle dell’area di sosta, si imbocca con direzione ponente il sentiero contrassegnato da tre pallini rossi messi a triangolo (simbolo dei sentieri di collegamento) che attraversa le pendici del Monte Cuccio e scende per il Crinale ovest al Colletto della Cresta settentrionale del Costolone Baiardetta 700 m . Il Sentiero Frassati passa 5 metri di quota più in alto, al Colletto superiore. Per il Frassati, dopo essere passati dalla Cappellina della Baiarda 703 m , si scende alla Coletta di Termi e quindi alla Cava principale 430 m .
Ore complessive di percorrenza 5 circa.

2 - Dalla località Giutte (auto).

- Per l’itinerario precedente. Ore 4 circa.

- Per il sentiero privo di segnaletica, ma riportato sulla cartina del Sentiero Frassati (http://www.luci.web44.net//3-ESC/imm_esc/gite/appennino/B-Figne/app_lig_b_frassati_2010.gif). Dal bivio di quota 410, dapprima si sale per la sterrata (presente segnaletica della C. M. Argentea per itinerario diretto altrove) sino a quota 439 da dove si scende per sentiero a guadare il Rio Martino a quota 400 m circa. Poi in piano si percorre il versante sinistro della valletta e si sale alla Cima Legea 484 m (tratto breve ma ripido e difficoltoso) dove ci si immette nella Via normale di salita a Punta Martìn. Scendere quindi per questa sino al bivio di Gazêu 297 m dove si incontra il Sentiero Frassati. Difficoltà EE. - Ore 3 circa.

3 – Dal Passo del Turchino (auto, bus privato e di linea)
Dal Passo del Turchino 532 m (imbocco nord della galleria sulla S.P. 456), si segue verso levante l’Alta Via dei Monti Liguri (fonte alla Montâ Portagìn) sino al Colle Gandolfi da dove si prosegue come da itinerario n 1. Ore 4 circa

4 – Dai Piani di Praglia (auto, bus privato)
Dalla località Pròu ‘n Ærco dei Piani di Praglia, si segue verso occidente l’Alta Via dei Monti Liguri (fonte dopo poco) sino al Colle Gandolfi da dove si prosegue come da itinerario n 1 Ore 3.30 circa

5 – Da San Carlo di Cese in Val Varenna (auto, bus di linea)
- Dalla località Camposilvano 310 m circa, si sale per il sentiero contrassegnato con due linee verticali rosse, passando dal Piano Gandolfi (fonte), al Colle Gandolfi da dove si prosegue come da itinerario n 1. Ore 4 circa.

- Dalla località Isola, 300 m circa, si sale con il sentiero (fonte) contrassegnato da una ics rossa alla Punta del Corno, 851 m e al quadrivio, 952 m circa, posto alle pendici sud del M. Penello, da dove si scende all’area di sosta del Monte Fontanabuona e si prosegue come da itinerario n 1. Ore 4 circa


6 – Da Genova Pegli (auto, bus privato e di linea, treno)
Da Pegli (Viale della Rimembranza) si sale con il sentiero contrassegnato da un bollo rosso e dalla bandierina rosso-bianco-rosso dell’itinerario E1 sino alle pendici ovest del Monte Cuccio da dove si prosegue con il sentiero contrassegnato da un quadrato rosso pieno che conduce alla Cappellina della Baiarda 703 m (ore 2.30 circa). Dalla Cappellina si prosegue come da itinerario n 1. - Ore 3.30 circa

7 – Da Genova Prà (auto, bus privato e di linea, treno)
- Da Prà (Via Sapello – Via Inferiore Fagaglia) si sale col sentiero segnalato con un quadrato rosso pieno che in ore 2.30 conduce alla Cappellina della Baiarda. Dalla Cappellina si prosegue come da itinerario n1. Ore 3.30 circa
- Da Prà (Piazza A. Sciesa – Via Ramellina) si sale, col sentiero segnalato con un rombo rosso, sino alle pendici ovest del Monte Cuccio da dove si prosegue con l’itinerario precedente sino alla Cappellina della Baiarda 703 m (ore 2.30 circa). Dalla Cappellina si prosegue come da itinerario n1. Ore 3.30 circa.


Esistono poi i due collegamenti delle Lische che si possono utilizzare a variazione del percorso per fare una gita a circuito
8 – Lische basse
Segnavia tre pallini rossi messi in riga. Collega l’itinerario del quadrato rosso pieno (Prà-Cappellina) con la carrareccia Enel del Bric Colla percorsa dall’itinerario contrassegnato con un quadrato rosso vuoto che collega la Stazione FFS di Acquasanta con la Cappellina della Baiarda

9 – Lische alte
Segnavia tre pallini rossi messi a triangolo. Collega più in quota i due itinerari citati prima

Per approfondimenti si consiglia di consultare la Guida agli Itinerari Escursionistici della Provincia di Genova, edita dalla FIE

pagina aggiornata il 06/10/2012
top

contadores de visitas russian women
contatori per blog

Pagine viste dal 30/01/2013
CAI - Genova Bolzaneto - Via C. Reta 16 R - tel e fax: 010/7406104
PI-CF 93013630103
Per Contattarci
Sito aggiornato da Marco Bisio e Lorenzo Furfaro
Valid HTML 4.01 Transitional

Valid CSS!